Alert | 30.01.2023

Fondo per le PMI 2023 “Ideas Powered for business”

L’iniziativa della Commissione europea è un regime di sovvenzioni che mira ad aiutare le piccole e medie imprese dell’UE a proteggere i loro diritti di proprietà intellettuale


Marketing & Communication
marketing@lcalex.it

Con l’obiettivo di rafforzare la crescita e la competitività delle PMI europee, è stato finanziato il Fondo dell’iniziativa Ideas Powered for Business per le piccole medie imprese con sede nell’Unione europea.

L’iniziativa, la cui dotazione finanziaria complessivamente disponibile è stimata in 25 milioni di euro, mira ad aiutare le PMI europee a sfruttare le loro risorse di proprietà intellettuale. L’obiettivo dichiarato è inoltre quello di evitare che le PMI, per far fronte ad una situazione di crisi economica, decidano di tagliare i costi relativi al proprio patrimonio di PI e/o alla sua tutela.

Il sostegno finanziario, come nel 2022, è fornito sotto forma di voucher, per le seguenti attività:

  • servizi di pre-diagnosi della PI (IP Scan), per un importo massimo della sovvenzione pari ad euro 1.350 per ciascuna impresa – VOUCHER 1;
  • domande di marchi, disegni e modelli fino a un importo massimo della sovvenzione di 1.000 euro per ciascuna impresa – VOUCHER 2.

 

Le procedure per il VOUCHER 3 (brevetti) e il VOUCHER 4 (varietà vegetali) sono in fase di finalizzazione.

In particolare, per quanto riguarda il VOUCHER 2 (marchi e disegni) il Fondo prevede il rimborso parziale delle tasse per:

  • la protezione dei marchi e dei disegni e modelli all’interno dell’Unione europea.
    I diritti ammissibili sono i marchi e i disegni e modelli depositati direttamente presso l’EUIPO e presso gli uffici di PI degli Stati membri.
    Sarà possibile ottenere un rimborso fino al 75% delle tasse versate per le domande, per le classi aggiuntive, di esame, di registrazione, di pubblicazione, di differimento della pubblicazione;
  • la protezione dei marchi e dei disegni e modelli al di fuori dell’Unione europea.
    I diritti ammissibili sono i marchi depositati tramite il sistema internazionale dei marchi (sistema di Madrid) e i disegni e modelli depositati tramite il sistema internazionale dei disegni e modelli (sistema dell’Aia).
    Sarà possibile ottenere un rimborso fino al 50% delle tasse versate comprese le tasse di base, le tasse di designazione e le tasse di designazione successiva.

 

La domanda può essere presentata dal 23 gennaio all’8 dicembre 2023 e i voucher erogati non sono retroattivi; questo significa che i costi per le attività eseguite prima di ricevere il voucher non possono essere rimborsati. Per questa ragione è importante seguire l’ordine delle fasi del processo, che di seguito elenchiamo:

Fase 1: compilazione e invio del modulo di domanda di sovvenzione on-line (eForm), disponibile alla pagina web dell’iniziativa, all’indirizzo: euipo.europa.eu, allegando la richiesta documentazione volta a dimostrare che la richiedente sia una PMI.

Fase 2: adozione della decisione da parte dell’EUIPO con notifica ai richiedenti ed emissione dei voucher richiesti.

Fase 3: svolgimento delle attività di PI relative ai voucher concessi (IP scan e/o presentazione della domanda di registrazione dei diritti di PI) e pagamento delle relative tasse.

Fase 4: presentazione della domanda di rimborso per le attività di PI svolte, mediante attivazione del voucher. Il rimborso avverrà, previa verifica delle informazioni e della documentazione trasmessa, entro un mese direttamente sul conto corrente del beneficiario.

Ogni impresa può richiedere un voucher per tipo di attività in materia di PI, nel rispetto delle norme e dei limiti di finanziamento previsti.

Una serie di orientamenti utili per i richiedenti, sono presenti nell’invito a presentare proposte, alla pagina delle sovvenzioni nel sito dell’EUIPO (euipo.europa.eu), che si consiglia di consultare prima di procedere con la presentazione della domanda.

LCA è a disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento e per fornire il necessario supporto per poter cogliere tale opportunità.

DOWNLOAD PDF
Managing Associate
Federica Furlan

Marketing & Communication
marketing@lcalex.it

Proprietà Intellettuale

LCA ha maturato grande esperienza nell’assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia di diritto d’autore e pubblicità ingannevole e comparativa, marchi e nomi a dominio, disegni e modelli, brevetti, know-how, concorrenza sleale
LINK

Potrebbe interessarti anche

10.05.2024
Editoria e intelligenza artificiale | Tra tutela e sperimentazione

Oggi, a The Bar parliamo di uno dei temi più in voga degli ultimi tempi: l’intelligenza artificiale e il suo forte impatto nel mondo dell’e ...

24.04.2024
Furla ottiene con LCA la riassegnazione simultanea di oltre 30 nomi a dominio

La World Intellectual Property Organization accoglie le tesi della Maison, disponendo in un’unica procedura la consolidation e il trasferim ...

23.04.2024
Il modello “Pay or Consent” | L’opinione dell’European Data Protection Board

Il Comitato europeo per la protezione dei dati personali si è finalmente espresso sulla validità dei meccanismi “pay or consent”