Realtà produttive

Il complesso mondo delle realtà produttive, composto al contempo da piccole e medie imprese e rinomate multinazionali, racchiude al suo interno una molteplicità di settori e mercati, ognuno dei quali è caratterizzato da peculiarità e specificità societarie, commerciali, contrattuali, organizzative e operative, la cui conoscenza di dettaglio risulta imprescindibile per poter fornire risposte corrette, complete, rapide e mirate sulle reali necessità del cliente, facilitando così la realizzazione delle iniziative imprenditoriali nel pieno rispetto delle numerose e mutevoli normative.

Grazie alla cura, alla flessibilità, alla multidisciplinarietà e all’approccio internazionale che lo contraddistinguono, LCA è diventato negli anni consulente di fiducia di numerose imprese operanti a vari livelli in ogni settore industriale, dalla siderurgia all’automotive, dalla chimica al fashion. Inoltre, la creazione di specifici Industry Group multidisciplinari, come ad esempio in ambito agroalimentare, farmaceutico e sportivo, composti da specialisti nelle rispettive materie, consente allo Studio di assistere compiutamente i clienti anche in questi settori industriali regolamentati da normative specifiche e spesso complesse.

La consulenza offerta dallo Studio non si limita alla seppur importantissima assistenza nella quotidianità dell’attività imprenditoriale in tutte le sue fasi, compresa l’articolata contrattualistica specifica di settore, ma include anche i contenziosi e le operazioni straordinarie.

Contatti

Potrebbe interessarti anche

04.03.2022
LCA e Nctm nella joint venture tra Marcegaglia e Sideralba in Tunisia

Il Gruppo Marcegaglia ha acquistato una partecipazione del 50% del capitale sociale di SM Tunis Acier SA da Gruppo Sideralba.

09.02.2022
LCA potenzia il Restructuring con Matteo Bazzani e Chiara Mariani

La practice Restructuring di LCA si proietta ancora di più verso ambiti non tradizionali come l’assistenza a investitori internazionali e f ...

17.05.2021
PNNR, 12 aree strategiche del piano

Nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) il governo spiega come intende spendere i finanziamenti che arriveranno dall’Unione Euro ...