News , Media | 12.04.2021

Fifa: il Covid non permette di non pagare i calciatori


Marketing & Communication
marketing@lcalex.it

Gli effetti del Covid, con il blocco delle attività agonistiche delle squadre di calcio, non costituiscono una causa di forza maggiore e pertanto devono essere pagati al giocatore gli stipendi anche se non sono previsti allenamenti. Perciò il giocatore ha diritto di chiedere la risoluzione per giusta causa del contratto e accordarsi con una diversa società.

A seguito dell’importante principio stabilito pochi giorni fa dalla Camera di Risoluzione delle Controversie Fifa nei confronti di una società di calcio, contro la quale un giovane giocatore assistito da Federico Venturi Ferriolo era ricorso per ottenere la risoluzione del rapporto, ItaliaOggi fa il punto sulla questione.

Qui l’articolo a cura di Federico Unnia.


Marketing & Communication
marketing@lcalex.it

Contenzioso, arbitrati e ADR

LCA fornisce assistenza nella prevenzione, gestione e risoluzione delle controversie, in ambito civile e commerciale, rappresentando clienti italiani e stranieri dinanzi alle giurisdizioni ordinarie e speciali, nonché in arbitrati nazionali e internazionali.
LINK

Potrebbe interessarti anche

23.04.2024
Ethical Standards for International Arbitrators

Il Codice di condotta della Commissione delle Nazioni Unite per il diritto commerciale internazionale e le linee guida dell’IBA sono state ...

05.04.2024
Il Regolamento sulla digitalizzazione della cooperazione giudiziaria e dell’access ...

Novità e prospettive future in ambito civile e commerciale: a che punto è l’Italia?

29.03.2024
The Legal 500 (EMEA) – LCA Studio Legale

Usciti i nuovi ranking di Legal 500. LCA in forte ascesa con tante novità sia nei ranking di practice/industry, sia nei ra ...