Alert | 21.11.2022

Bando Marchi Collettivi 2022

Al via la presentazione delle domande dal 22 novembre al 22 dicembre 2022


Marketing & Communication
marketing@lcalex.it

Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy (ex Ministero dello Sviluppo Economico) ha reso noto che a partire dal 22 novembre 2022 sarà possibile presentare le domande per richiedere gli incentivi previsti dal Bando Marchi Collettivi 2022, per il quale sono state stanziate risorse finanziarie pari a 2.484.019,00 euro.

Tale agevolazione, promossa dalla Direzione Generale per la Tutela della Proprietà Industriale – UIBM e gestita dall’Unioncamere, intende sostenere la promozione all’estero di marchi collettivi e di certificazione e si rivolge ad associazioni di categoria, consorzi di tutela e altri organismi di tipo associativo o cooperativo.

Il ministro Adolfo Urso, nel commentare la misura ha dichiarato che “La nostra mission è la tutela e la valorizzazione dell’eccellenza italiana nel mondo. Grazie a queste misure possiamo agevolare la partecipazione del sistema fieristico italiano, da sempre ‘vetrina’ del nostro Made in Italy”.

Le informazioni di dettaglio sui soggetti beneficiari, la tipologia di spese ammissibili, l’entità dell’agevolazione, la presentazione delle domande, nonché i criteri di valutazione sono indicati nel Decreto direttoriale del 3 ottobre 2022, pubblicato in GU n 269 del 17 novembre.

Di seguito riassumiamo i principali elementi dell’iniziativa.

Oggetto dell’agevolazione è la realizzazione di un progetto di promozione all’estero di un marchio collettivo o di certificazione. Il progetto deve essere concluso entro 10 mesi dalla notifica di concessione dell’agevolazione.

I soggetti beneficiari al momento della presentazione della domanda devono essere titolari di un marchio collettivo o di certificazione già registrato ex artt. 11 e 11 bis del Codice della Proprietà Industriale, oppure essere in possesso di idoneo titolo per l’uso e/o la gestione di un marchio collettivo o di certificazione già registrato.

Le iniziative di promozione a fronte delle quali verranno concesse le agevolazioni, devono comprendere la realizzazione di almeno due tra le seguenti attività:

  • fiere e saloni internazionali;
  • eventi collaterali alle manifestazioni fieristiche internazionali;
  • incontri bilaterali con associazioni estere;
  • seminari in Italia con operatori esteri e all’estero;
  • azioni di comunicazione sul mercato estero, anche attraverso GDO e canali on-line;
  • creazione di comunità virtuali a supporto del marchio.

 

Sono ammissibili le spese sostenute per le attività sopra citate, se riferite a titoli di spesa emessi dal 1° luglio 2022; le agevolazioni sono concesse nella misura del 70% delle spese valutate ammissibili. L’importo massimo dell’agevolazione in favore di ciascun soggetto beneficiario non può superare 150.000,00 euro a fronte di una o più domande di agevolazione aventi ad oggetto marchi collettivi o di certificazione differenti. È possibile presentare una sola domanda di agevolazione per ciascun marchio collettivo o di certificazione registrato. Non è possibile presentare una domanda per un importo di agevolazione inferiore a 20.000,00 euro.

Per accedere alle agevolazioni, è pertanto necessario: (i) essere in possesso dei requisiti richiesti alla data di presentazione della domanda di partecipazione, indicati all’articolo 3 del Decreto direttoriale e (ii) compilare la domanda di partecipazione e il progetto di promozione del marchio, individuando le iniziative da realizzare.

Le domande potranno essere presentate a partire dalle ore 9:00 del 22 novembre 2022 ed entro e non oltre le 24:00 del 22 dicembre 2022, pena l’irricevibilità della domanda stessa, dall’indirizzo PEC del soggetto richiedente o dall’indirizzo PEC di un suo procuratore speciale al seguente indirizzo PEC: marchicollettivi2022@legalmail.it, indicando nell’oggetto “AGEVOLAZIONI PER MARCHI COLLETTIVI/CERTIFICAZIONE”. La domanda di agevolazione e il Progetto di promozione del marchio devono, a pena di inammissibilità, essere firmati digitalmente dal Legale Rappresentante del soggetto richiedente. Prima di compilare ed inviare la domanda, è dunque necessario dotarsi di firma digitale e disporre di un indirizzo di posta elettronica certificata PEC del richiedente o del suo procuratore speciale valido e attivo per le comunicazioni tra Unioncamere e il beneficiario.

Dopo la verifica della regolarità formale e della completezza della domanda di partecipazione è prevista una valutazione di merito del progetto di promozione del marchio.

Nel caso in cui l’importo complessivo delle agevolazioni concedibili risultasse maggiore delle risorse disponibili, il soggetto gestore procederà ad operare per tutte le agevolazioni concedibili una uguale riduzione percentuale dei relativi importi in modo da assicurare la finanziabilità di tutti i progetti ammissibili.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito https://www.marchicollettivi2022.it/.

DOWNLOAD PDF

Marketing & Communication
marketing@lcalex.it

Proprietà Intellettuale

LCA ha maturato grande esperienza nell’assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia di marchi e nomi a dominio, disegni e modelli, brevetti, know-how, concorrenza sleale, diritto d’autore e pubblicità ingannevole e comparativa.
LINK

Potrebbe interessarti anche

17.10.2022
Fashion law, la tutela dei brand passa sempre più dagli studi

Le principali maison si rivolgono a esperti in anticontraffazione, ma anche di Metaverso.

26.09.2022
Pubblicità digitale, la tutela del consumatore è più ampia

Con l'adesione di Google Italia allo IAP, sulle Adv online intervengono Giurì e Antitrust.

01.07.2022
LCA cresce nell’area IP, Media, Tech & Data con Giulio Vecchi

LCA rafforza il dipartimento IP, Media, Tech & Data con  l’ingresso del nuovo partner Giulio Vecchi